De Paul in Serie A, l’annuncio in diretta: ecco quando

Rodrigo De Paul può tornare in Serie A, le ultime sulla trattativa in corso: l’annuncio in diretta sui tempi per l’argentino

Nelle annate all’Udinese, ha messo in mostra grandi doti e una crescita costante, con una capacità di ricoprire vari ruoli a centrocampo che ne ha fatto un giocatore totale. Non a caso, è stato inseguito a lungo dalle big del nostro campionato, e continua ad esserlo, dopo il suo passaggio all’Atletico Madrid. Ora, Rodrigo De Paul potrebbe effettivamente tornare a giocare in Italia.

De Paul in Serie A, l'annuncio in diretta: ecco quando
Rodrigo De Paul © LaPresse

De Paul di nuovo in Serie A, si può fare

Tutto il bene che si dice di lui è stato confermato da un grande Mondiale disputato con l’Argentina, dove ha ricoperto un ruolo a dir poco cruciale nell’Albiceleste, come autentico catalizzatore di gioco ed equilibratore delle due fasi. Il ritorno a Madrid non è stato particolarmente felice, con l’ambiente che non lo ha accolto certo a braccia aperte. La rottura con l’ambiente e con Simeone appare conclamata e non ricomponibile. Ecco perché il club lo ha messo nella lista dei cedibili, di fronte a una giusta proposta. E naturalmente, in Italia si pensa a come mettere le mani nuovamente su di lui. Con una squadra in particolare che ci sta provando.

De Paul, la Juventus ci prova: ma a gennaio è difficile

De Paul in Serie A, l'annuncio in diretta: ecco quando
Rodrigo De Paul © LaPresse

La Juventus appare quella maggiormente interessata al momento. Ma per l’immediato, si tratterebbe di una operazione difficile, per non dire quasi impossibile. Ecco il parere dell’esperto di mercato Rudy Galetti a TV Play: “Non è un calciatore che rientra nella strategia Juventus di oggi, per il futuro devono essere capite tante cose. I movimenti riguarderanno una strategia soprattutto in vista dell’estate, per il momento la vedo difficile se non impossibile. Ma i bianconeri lo hanno sempre seguito”. In generale, sarà un mercato dove di grandi movimenti in entrata, per l’Italia, ne vedremo assai pochi secondo Galetti: “Le italiane faranno movimenti per puntellare le rose, non mi aspetto molto altro, staremo più che altro a guardare la Premier League a gennaio. Poi magari arriverà un grande colpo a sorpresa, ma per adesso la concentrazione è tutta sui rinnovi. Per Leao le possibilità crescono e c’è grande fiducia, più complicato per Skriniar e per Rabiot. Sul primo potrebbe irrompere il Tottenham di Conte, il secondo ha una posizione difficile, Allegri lo vorrebbe trattenere senza dubbio”. In chiave Atletico, frenata su Simeone all’Inter, suggestione emersa per il futuro: “Impossibile, non accetterebbe mai l’offerta massima dell’Inter accettando di tagliarsi lo stipendio attuale – ha aggiunto Galetti – Se i nerazzurri cambiassero allenatore, vedrei più probabile Conceiçao“.