Clamoroso Juve, il trasferimento nella bufera. Ufficiale: “È un illecito!”

Il trasferimento della Juventus fa discutere e addirittura si muove un organo ufficiale: “La Figc intervenga”

La Juventus continua a lavorare sul calciomercato, a tutte le categorie. I bianconeri intanto sono alle prese con la questione attaccante, visto che Depay ancora non si sblocca per le richieste altissime di ingaggio e Cherubini si è cautelato riaprendo la pista per Arek Milik, vecchio pallino juventino dai tempi del Napoli. Poi si andrà dritti anche su Paredes, che potrebbe arrivare a prescindere dalle cessioni a centrocampo.

mancini tommaso juventus commissioni famiglia aiacs
Andrea Agnelli © LaPresse

Ma la Juve coltiva anche il settore giovanile, è praticamente l’unica società ad aver investito sulla seconda squadra, l’Uner 23 che milita in Serie C. Tanti giovani fuori quota per la Primavera, ma anche qualche ragazzo più esperto, a formare la rosa della squadra di Brambilla. E in questo senso anche le polemiche, però, non mancano mai. L’ultima bufera attorno ai bianconeri, e in generale sul calcio giovanile e il mercato, si è scatenata attorno al trasferimento di Tommaso Mancini. Si tratta di un talento del 2004, ormai conosciuto per il lungo tira e molla già con il Milan. I rossoneri sembravano praticamente certi di averlo già preso, mancava solo la chiusura. Ma le cose sono andate per le lunghe, mentre anche altre società pensavano a lui, vedi Roma e squadre estere. Fino a che non è arrivata proprio la Juventus, che ha scavalcato tutti. L’accordo col Vicenza, che milita in C, è arrivato ma anche i bianconeri hanno dovuto sbattere sulla famiglia e le richieste economiche dell’entourage del giocatore. Che è ritenuto uno dei talenti più cristallini del calcio italiano.

Operazione Mancini-Juve, l’Assoagenti non ci sta: “Un illecito, la Figc intervenga”

mancini tommaso juventus commissioni famiglia aiacs
Tommaso Mancini © LaPresse

Nei giorni scorsi sui giornali si è parlato di una maxi-commissione (addirittura 2 milioni di euro) per chiudere l’accordo per Mancini, che nella Juventus farebbe la spola tra Primavera e Under 23. Le stesse che avevano portato il Milan a non chiudere e poi far saltare la trattativa. Le stesse che stanno tardando la definizione dell’operazione con i bianconeri. Una cifra che ha fatto anche scatenare il disappunto anche degli addetti ai lavori.

L’AIACS, Associazione Italiana Agenti Calciatori e Società, detta anche Assoprocuratori o Assoagenti, ha rilasciato infatti un comunicato durissimo: “AIACS – Assoagenti, in riferimento alle recenti notizie riportate da media riguardo commissioni asseritamente richieste dai genitori di calciatori, invita la FIGC ed il CONI affinché adottino un rapido intervento al fine di fornire un chiarimento nel merito di quello che, come riportato, costituisce un illecito non solo regolamentare. L’AIACS – Assoagenti sottolinea come il regolamento agenti sportivi, ad oggi, non preveda la possibilità per un parente del calciatore di svolgere l’attività di agente e di richiedere ovvero accettare eventuali commissioni, se non in possesso di requisiti di legge. Le circostanze raccontate dai media assumono un profilo perseguibile dalle autorità competenti, cui l’AIACS – Assoagenti si riserva di rivolgersi a tutela dei propri iscritti e dell’intera categoria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.